29 marzo 2012

elaboro...



7 commenti:

  1. Mi permetto di fare un commento stupido: "non bisogna scoraggiarsi, per fortuna ci sono gli adattatori elettrici!" detto questo aggiungo: "veramente bella!"

    RispondiElimina
  2. @ Alessandra: ma quanta gentilezza! grazie di cuore. :-)

    @Massimo: Ciao Massimo, grazie infinite per la tua attenzione e per avermi dedicato del tempo lasciando un commento sul Blog. Anche io la penso come te sugli adattatori... soprattutto su quegli elettrici :-)

    RispondiElimina
  3. è interessante vedere la rigorosità, la precisione e la calma quasi anacronistiche che contraddistinguono i tuoi lavori e li rendono così preziosi, pian piano contaminate da tracce di imperfezione, di vita, che li rendono ancora più eloquenti. davvero bella :)

    RispondiElimina
  4. cara Letizia, mi fa davvero piacere ricevere questo tuo commento. Questa elaborazione è nata così, quasi per gioco. Ma a volte è proprio il caso ad aprirti vie inaspettate... non so se questo tipo di sperimentazione evolverà ulteriormente però sento che, in qualche modo, mi appartiene!

    RispondiElimina
  5. questa mi piace tantissimo!!!

    RispondiElimina
  6. Sara, che bello vederti da queste parti! grazie mille per il commento, sono contento che ti piaccia!

    RispondiElimina